Bellini, Aspertini e Boldini: tre pittori amati da critica e pubblico

di Mariateresa Truncellito

A Parigi si celebra il colore della passione in tutte le sue declinazioni

di Mariateresa Truncellito

Giusi Ferreri lavorava al supermarket per mille euro al mese, dopo X Factor è in cima alla hit parade e nei guadagni. Ma il suo è solo l'ennesimo caso. Prima di lei tante, dalla Dellera alla Pfeiffer. E c'è chi è partita dalle pescherie come la Lennox. O dai call center come la Inaudi
Preparare il bagaglio perfetto? Un gioco da ragazzi: Jorge Zerbock di Louis Vuitton rivela tutti i segreti dell’how to pack. Per viaggiare leggeri e all’altezza di qualsiasi situazione

Se la cura del corpo e la bellezza sono diventate piaceri del bien vivre, molto si deve a Roger&Gallet. Che, alla fine dell’Ottocento, trasformarono il rito della pulizia in un lusso quotidiano

di Mariateresa Truncellito

Una mostra a Monaco di Baviera celebra l'opera e la passione per il collezionismo del fotografo inglese Martin Parr

di Mariateresa Truncellito

Buone notizie per gli amanti del sole e di una‭ (‬controllata‭) ‬abbronzatura:‭ ‬stare all’aria aperta è fondamentale per le ossa quanto consumare latte,‭ ‬formaggi e cibi ricchi di calcio.‭ ‬Il sole,‭ ‬infatti,‭ ‬attiva nella pelle la produzione di vitamina D,‭ “‬collante‭” ‬indispensabile per fissare il calcio nelle ossa che,‭ ‬altrimenti,‭ ‬andrebbe perduto anche se ci si abbuffa di grana e provolone.‭

Se le donne vanno pazze per le scarpe, grande merito va a Roger Vivier, il maestro della calzatura che più di ogni altro ha saputo celebrarne sensualità e allegria. Oggi la sua arte continua a vivere grazie alla creatività italiana

di Mariateresa Truncellito

Al museo Fortuny sfilano gli abiti di carta di Isabelle de Borchgrave
Lui e lei: così diversi da mostrare sintomi opposti nei confronti della stessa malattia. E diverse sono le reazioni ai farmaci. Ecco perché le donne rischiano di più. La soluzione? Sostenere la “medicina di genere”

di Mariateresa Truncellito

Di cuore si muore. Non è romanticismo, ma attualità: le malattie cardiocircolatorie sono oggi la prima causa di morte. Per gli uomini, certo. Ma anche, e di più, per le donne. Lo dicono gli esperti. Eppure, proprio loro, sembrano ignorarlo: tanto che se una donna viene colpita da un attacco cardiaco ha meno probabilità, rispetto a un uomo, che i medici del pronto soccorso lo riconoscano subito, e non perdano minuti preziosi per salvarle la vita. Perché? «I manuali universitari descrivono come principale sintomo dell’infarto il dolore al petto», risponde Andrea Peracino, cardiologo e vicepresidente della Fondazione italiana per il cuore. «Ma nelle donne il dolore è spesso assente: prevalgono nausea e vomito, dolore al collo o alla schiena, difficoltà a respirare, sudori freddi, vertigini. Perciò rischiano di non ricevere cure, come l’angioplastica, entro le due ore raccomandate e di avere trattamenti farmacologici meno intensivi rispetto agli uomini».

Libro Focus

La parte centrale
del capitolo dedicato
all'identità sessuale
nel libro a cura di
Marta Erba
Chi sei?
Conosci te stesso
con l'aiuto della scienza
,
è basata sull'articolo
E loro sono
maschi o femmine?

Focus - Chi sei?

- Attualità (28)
- Costume (37)
- Cultura (67)
- Gastronomia (13)
- Nutrizione (11)
- Salute (56)
- Spettacolo (23)
- Viaggi (21)

Testate

- Anna (8)
- Bella (39)
- Bravacasa (1)
- Buona Cucina (7)
- Campus (1)
- Class (1)
- Confidenze (15)
- D'U (1)
- Elle (25)
- Esclusive Web (1)
- Focus (6)
- Goya (7)
- Io e il mio bambino (1)
- Luna (1)
- Luna & Gentleman Matrimoni (1)
- Meridiani (4)
- News Esselunga (7)
- Novella 2000 (7)
- Starbene (16)
- Tu Style (2)
- Vera Magazine (14)
- Verve (85)
- Viaggi Magazine (4)
- Yoga Journal (2)