Obiettivo: conquista del West

Il mito della frontiera raccontato attraverso le fotografie che hanno contribuito a costruire l'identità nazionale americana

di Mariateresa Truncellito

Con Into the Sunset: Photography’s Image of the American West fino all’8 giugno 2009 il MoMA esplora il mito della conquista del West raccontato dall’obiettivo di grandi fotografi. In mostra, oltre 150 scatti dal 1850 al 2008 che tracciano la ricca, complessa, e spesso assolutamente convincente, mitologia western.

L’esplorazione di buona parte dell’Ovest americano nella metà dell’Ottocento coincise con l’avvento della fotografia e, praticamente, sono «cresciuti» insieme. Le ricchezze e le potenzialità all’apparenza infinite della regione divennero simbolo dell’America nella sua interezza, e la fotografia, con la sua capacità di costruire immagini persuasive e seducenti, era il mezzo perfetto col quale forgiare l’identità nazionale. Il risultato di tale legame fu felice al punto da forgiare la percezione visiva del paesaggio e della società del West fino ai nostri giorni.

La mostra inoltre esamina il modo in cui i fotografi hanno risposto ai continui cambiamenti politici, culturali e sociali nella regione per oltre 150 anni. Organizzata per temi, raggruppa il lavoro di oltre 70 fotografi, tra i quali Robert Adams, John Baldessari, Dorothea Lange, Timothy O’Sullivan, Cindy Sherman, Joel Sternfeldm Carleton E. Watkins, Edward Weston.

Into the Sunset: Photography’s Image of the American West
fino all’8 giugno 2009
www.moma.org

da «Verve» n. 35-36, maggio-giugno 2009